MetroTram Portale di informazione sullo sviluppo delle reti e delle nuove tecnologie dei trasporti pubblici a guida vincolata in Europa dal 1980 ad oggi. Il sito contiene ora schede di 282 sistemi europei e viene continuamente aggiornato.
apm   fune   lrt   metro   monorotaia   tram-ferro   tram-gomma   tram-treno  
nazioni   città   produttori   km   stazioni   sommario   europa   tendenze   futuro  
news   autore   pubblicazioni   loghi   disclaimer   contatti   links   biblio  

= Contiene fotografie ufficiali
= Aggiornato da meno di 4 sett.
Prima del 1980
MATERIALE ROTABILE
AMSTERDAM-L26
AMSTERDAM-L50
AMSTERDAM-L51
AMSTERDAM-L52
ANKARA
BARCELLONA-BAIX
BARCELLONA-BESOS
BELGRADO
BERGAMO
BERGEN
BILBAO-L1
BILBAO-L2
BIRMINGHAM
BOCHUM
BOLOGNA
BURSA
CAGLIARI
CHARLEROI
CRACOVIA
CROYDON
DEBA
GRANADA
HELSINKI
ISTANBUL-M1
ISTANBUL-T4
KRYVY-RIH
LIONE-RHONEXPRESS
LIONE-T3
LISBONA-MTS
LOSANNA-M1
MADRID-ML2
MADRID-ML3
MADRID_ML1
MALAGA
MILANO-CINISELLO
MILANO-INTER-NORD
MILANO-NORD
MILANO-SUD
MOSCA-BLLM
NEWCASTLE
NOTTINGHAM
OPORTO
PARMA
POZNAN
ROUEN
SASSARI
SHEFFIELD
SIVIGLIA-L1
SIVIGLIA-L2
SIVIGLIA-L3
SIVIGLIA-L4
STOCCOLMA-L22
TORINO-L3
UTRECHT
VITORIA-GASTEIZ
VOLGOGRAD
Read in ENGLISH A A
cerca nel sito ?
(Russia )MOSCA-BLLM

Immagini gentilmente fornite da Moscow Metro. (Grazie)

platform detail

Ulitsa Skobelevskaya stop

viaduct (1)

platform stop (1)

viaduct (2)

platform stop (2)
Mosca
La città di Mosca (circa 9 milioni di abitanti) ha una delle più estese reti di metropolitana del mondo (270 km, la cui costruzione è iniziata negli anni '30), in grado di trasportare mediamente più di 8 milioni di passeggeri al giorno (per un totale di circa 3 miliardi di passeggeri/anno).
Il sistema si sviluppa in misura prevalente in sotterranea, anche se le linee 1, 2, 4 attraversano su un ponte la Moscova (la linea 1 passa nello stesso modo anche il fiume Yauza) e la linea Filyovskaya (linea 4) presenta una lunga sezione in superficie tra Kievskaya e Molodyozhnaya (7 fermate).
La rete si articola in linee di forza radiali, ricucite da una linea di interconnessione ad anello (linea 5 - Koltsevaya - completata agli inizi degli anni '50). È curioso poi ricordare come la profondità della linea Arbatskaya (linea 3, Arbatsko-Pokrovskaya) fosse motivata dalla possibilità di sfruttarne la galleria come rifugio antiatomico negli anni della guerra fredda.
La prima linea della rete è stata la Sokolnicheskaya (L1, attualmente di 26.2 km) entrata in esercizio nel 1935, seguita dalla Zamoskvoretskaya (L2, oggi di 36.9 km) con la tratta Sokol-Teatralnaya e dalla Arbatsko-Pokrovskaya (L3, oggi di 43.7 km) con la sezione Arbatskaya-Kurskaya. Questi segmenti iniziali delle prime linee furono estesi durante la seconda guerra mondiale, periodo in cui la metro svolse la funzione di rifugio antiaereo e addirittura di sede temporanea del Consiglio dei Ministri (fermata Mayakovskaya della L2). Nel primo dopoguerra fu avviata la realizzazione della linea circolare (L5, Koltsevaya, chiusa ad anello nel 1954, con funzione di interscambio e ridistribuzione tra le linee radiali; lunghezza: 19.3 km), della tratta profonda della Arbatsko-Pokrovskaya (da Ploshchad Revolyutsii a Kievskaya) e della sua estensione a raso sino a Pervomaiskaya; con il completamento dell'approfondimento della tratta della L3 Ploshchad Revolyutsii-Kievskaya, i precedenti binari più superficiali della stessa tratta sono stati inglobati in una nuova linea a partire dal 1958 (Filyovskaya o Linea 4, attualmente di 14.9 km). Sempre al '58 risale la linea Kaluzhsko-Rizhskaya (L6, oggi di 37.9 km), che però risulta dalla fusione avvenuta solo nel 1971 di 2 linee inaugurate rispettivamente nel 1958 e 1962, assicurando la connessione Oktyabrskaya-Prospekt Mira. Nel 1966 è stata la volta della linea Tagansko-Krasnopresnenskaya (L7, 35.9 km), la più trafficata della rete con il suo sviluppo nord-ovest/sud-est attraverso zone a forte densità abitativa; ad essa è seguita nel 1979 la Kalininskaya (L8, di 13.1 km), dall'area di Perovo (zona est) al centro.
. Al 1983 risale invece la linea Serpukhovsko-Timiryazevskaya (L9), una delle più lunghe al mondo con i suoi 41.5 km; di sviluppo in direzione nord-sud; ad essa sono seguite (1995) le 2 linee più recenti della rete: Lyublinskaya (L10) e Kakhovskaya (L11). La prima di esse (circa 28 km) è stata concepita soprattutto per garantire all'intero sistema punti di interscambio ulteriori rispetto a quelli di incrocio con la Koltsevaya (L5) e a quelli nel centro storico (entrambi spesso saturi), consentendo al tempo stesso di servire i distretti meridionali di Marino e Lyublino. La seconda (3.4 km, 3 fermate) si configura come una prima brevissima sezione di una futura seconda linea circolare esterna e, comunque, già nel suo assetto iniziale permette importanti interconnessioni con le arterie stradali per il Caucaso (fermata Kashirskaya) e per Ucraina e Crimea (fermata Varshavskaya); le 3 fermate, costruite nel 1969, facevano inizialmente parte della linea Zamoskvoretskaya (L2) prima di distaccarsene divenendo una linea autonoma.
Dal 2003 è in funzione una linea di metropolitana leggera (Butovskaya Light Metro Line o BLLM), primo tentativo di introdurre collegamenti in sede segregata (meno costosi rispetto alla metro tradizionale) per i distretti più esterni. La Butovskaya si propone come prolungamento verso l'esterno (sud) della Serpukhovsko-Timiryazevskaya (L9); si sviluppa in galleria per una prima tratta di raccordo alla L9, per poi emergere e proseguire in viadotto sino al capolinea di Buninskaya Alleya. Alcune difficoltà tecniche, il giudizio non sempre positivo degli utenti e della cittadinanza, unitamente a costi effettivi sensibilmente superiori a quelli preventivati, mettono ad oggi in discussione le altre linee LRT simili alla BLLM pianificate negli anni scorsi, prima fra tutte la Solntsevskaya Light Metro Line (SLLM), che comunque, stando alle comunicazioni ufficiali, dovrebbe entrare in servizio nel 2014.
La rete di metropolitana è poi supportata da una linea di monorotaia (M1, da Ul. Sergeya Eyzenshteyna a Timiryazevskaya), entrata in esecizo nel 2004; il tracciato ha essenzialmente funzione di ricucitura tra le linee 9 (fermata Timiryazevskaya) e 6 (la fermata Vystavochniy Sentr è prossima a quella VDNKH Exhibition Center della linea 6), con un punto intermedio di possibile futuro interscambio con il programmato prolungamento verso nord della linea 10 (da attuarsi nella zona compresa tra le fermate Ul Milashenkova e Teletsentr della monorotaia). La M1 passa attraverso un'importante area residenziale e serve anche il centro fieristico VDNKH.
www.mosmetro.ru (sito ufficiale)

descrizione aggiornata in data 5-12-2011

mappa creata il 5-12-2011 (© 2005-2014 Ing. M. Tarozzi)

CRONOLOGIA
27-12-2003Buninskaya Alleya-Ulitsa Starokachalovskaya/Dymitriya Donskogo

NazioneRussia
LineaButovskaya Light Metro Line (BLLM)
AbitantiCittà 8.800.000
Area metrop. 10.125.000
Anno di apertura2003
Previsioni di completamento della reteestensione nord in galleria per Bittsevsky Park con interscambio con L6 (Kaluzhsko-Rizhskaya); estensione sud in viadotto con 3 nuove fermate (Ulitsa Staropotapovskaya, Ulitsa Ostafyevskaya, Novokuryanovo)
Lunghezza (km)5.5
Tipologia di tracciato3.7 km su viadotto, 1.8 km in tunnel
Stazioni5 Distanza media m 1600
Banchine--
Porte di Banchina--
Caratteristiche generalilungh --, largh --
n. mat. rotabile12
n. vett.per convoglio3
Tipologiaferro
Dimensioni convoglio (mt)lungh 81-740: 27.3; 81-741: 26.5
largh 2.70
Capacità convoglio (pax)81-740: 346 (54 seduti); 81-741: 372 (60 seduti)
Frequenza--
Velocità Km/hComm 41.5
Max 90
Alimentazione825 V CC da terza rotaia
Tipo vincolobinari a scartamento 1524 mm
Accel./Decel. (m/sec2)1.0/1.1
Capacità del sistema--
Stima di domanda--
Costo infrastruttura40 M$/km
Staff35.000
ProduttoreVAGONMASH
Modello81-740/741 ("Rusich" o "Skif")
Notelo staff è riferito all'intero sistema
la linea ha tratte a singola e doppia via di corsa
dati tecnici aggiornati in data 29-1-2011