MetroTram Portale di informazione sullo sviluppo delle reti e delle nuove tecnologie dei trasporti pubblici a guida vincolata in Europa dal 1980 ad oggi. Il sito contiene ora schede di 282 sistemi europei e viene continuamente aggiornato.
apm   fune   lrt   metro   monorotaia   tram-ferro   tram-gomma   tram-treno  
nazioni   città   produttori   km   stazioni   sommario   europa   tendenze   futuro  
news   autore   pubblicazioni   loghi   disclaimer   contatti   links   biblio  

= Contiene fotografie ufficiali
= Aggiornato da meno di 4 sett.
Prima del 1980
MATERIALE ROTABILE
AMBURGO-U4
ATENE-L2
ATENE-L3
ATENE-L4
BARCELLONA-L2
BRUXELLES-L2
BUCAREST-M2
BUCAREST-M3
BUCAREST-M4
CATANIA
DNIPROPETROVSK
GENOVA
ISTANBUL-M2
KAZAN
KHARKIV-ALEKSEJEV
KHARKIV-SALTOV
KIEV-L3
KIEV-L4
LISBONA-VERMELHA
MADRID-L11
MADRID-L12
MADRID-L8
MADRID-L9
MARSIGLIA-M2
MILANO-M3
MINSK-L1
MINSK-L2
MONACO-U1
MONACO-U2
MONACO-U4
MONACO-U5
MOSCA-L10
MOSCA-L11
MOSCA-L9
NAPOLI-L1
NAPOLI-L6
NIZHNIY-NOVGOROD
PALMA
PRAGA-B
ROMA-A
SAMARA
SAN-PIETROBURGO-L4
SAN-PIETROBURGO-L5
SMIRNE
SOFIA
VALENCIA-L1
VALENCIA-L3
VALENCIA-L5
VARSAVIA
VIENNA-U2
VIENNA-U3
VIENNA-U6
VILNIUS
Read in ENGLISH A A
cerca nel sito ?
METROPOLITANE
Sistema a guida vincolata in sede segregata, prevalentemente sotterranea.
Le metropolitane tradizionali, grazie alla lunghezza dei convogli (dell'ordine dei 100 m e oltre) e alla frequenza consentita dalla protezione della sede e dai sistemi di segnalamento, consentono elevate portate (>10.000 pphpd); il forte impatto urbanistico dei cantieri è stato sensibilmente mitigato dall'adozione di tecniche di scavo con scudo meccanizzato (TBM), limitando i lavori a cielo aperto per i soli manufatti di linea (stazioni, pozzi intertratta).
Lo sviluppo delle metropolitane, particolarmente nelle realtà urbane di medio-alto rango, è andato sempre più indirizzandosi negli ultimi anni verso le cosiddette metropolitane leggere , infrastrutture in sede segregata (completamente svincolate dal restante traffico) caratterizzate da convogli (e conseguentemente stazioni) di limitate dimensioni e da frequenze di esercizio sostenute (generalmente dai 3' ai 65'').
Queste prerogative hanno consentito, rispetto alle metropolitane pesanti, di ridurre sensibilmente i costi di realizzazione senza penalizzare in modo sostanziale l'esercizio in termini di capacità di trasporto, oltre a permettere un più facile inserimento dell'opera all'interno di agglomerati caratterizzati da preesistenze archeologiche e architettoniche.


Links ai siti dei produttori:
ALSTOM
ANSALDO
BOMBARDIER
CAF
SIEMENS
SKODA
STADLER
VOSSLOH